sabato 7 maggio 2016

Sofia


SOFIA
Tengo 'na cagnetta ch'è fenomenale,

se chiama "Sofia", 'a voglio bene assaie.
Si perdere l'avesse? Nun sia maie!
Per me sarebbe un lutto nazionale.

Ll 'aggio crisciuta comm'a 'na guagliona,

 ll'aggio tirata su cu 'e mmullechelle
e ll'aggio dato buona educazione.

 Mo è grossa, è quasi signorina.

Capisce tutto... Ile manca 'a parola.
Nun è cane 'e razza, ma tene bbona scola.
  

In casa ha stabilito 'a gerarchia.
 Vo' bene ' a mamma ch'è 'a signora mia,
e a figliemo 'o tratta da fratello.

'E me se penza ca lle songo 'o padre:

si 'a guardo dinto a ll'uocchie mi capisce,
appizza 'e rrecchie, corre, m'ubbidisce,
e pe' fa' 'e pressa torna senza fiato.